ILTABURNO

Vai ai contenuti

Menu principale:

ISTITUITA LA “SETTIMANA NAZIONALE DELLA PROTEZIONE CIVILE”
La manifestazione si terrà in corrispondenza del 13 ottobre
E’ stata ufficialmente istituita la “Settimana nazionale della Protezione Civile”, che si svolgerà ogni anno in corrispondenza del 13 ottobre, data in cui si celebra la Giornata internazionale per la riduzione dei disastri, designata dall’Onu. Lo ha stabilito una direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° aprile scorso, pubblicata ieri in Gazzetta Ufficiale.
L’iniziativa è volta in particolare alla diffusione sul territorio nazionale della conoscenza e della cultura di protezione civile, allo scopo di promuovere tra i cittadini l’adozione di comportamenti consapevoli e di misure di autoprotezione, nonché a favorire l’informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio, le buone pratiche da adottare e la conoscenza sulla moderna pianificazione di protezione civile, soprattutto alla luce delle novità introdotte con il decreto legislativo n. 1/2018.
In coordinamento con tutte le componenti e le strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile, ogni anno nell’ambito della manifestazione il Dipartimento della Protezione Civile promuoverà una campagna di iniziative di informazione e comunicazione finalizzate a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare i giovani, sui temi della protezione civile e della resilienza, sulla riduzione dei rischi e della conoscenza delle capacità operative e di intervento delle diverse articolazioni del Servizio. In calendario, inoltre, una conferenza nazionale delle autorità di protezione civile, in occasione della quale saranno condivise le linee strategiche di azione comune per la riduzione dei rischi.
“Sono profondamente orgoglioso per l’istituzione della Settimana della protezione civile che, oltre a rappresentare un significativo riconoscimento per il lavoro che svolgiamo, è un’occasione fondamentale per diffondere i temi di protezione civile tra tutti i cittadini. E’ necessario, infatti, accrescere la cultura della prevenzione allo scopo di sviluppare una maggiore consapevolezza dei rischi presenti nella vita quotidiana. Il nostro è un Paese esposto a numerosi rischi naturali, ma ogni cittadino adottando comportamenti corretti può contribuire a ridurre gli effetti di eventuali calamità. Non a caso è stata scelta la data del 13 ottobre per celebrare questo evento, che coincide con la giornata internazionale Onu per la riduzione dei disastri naturali. Inoltre, per tutto il Sistema nazionale della protezione civile sarà un importante momento di crescita e di confronto per l’implementazione di buone pratiche e di standard di operatività su scala nazionale e internazionale”, ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.
Roma, 22 maggio 2019



Misura in carcere per un beneventano, picchia la moglie e maltratta la famglia
Arrestato Nel pomeriggio di ieri, è stata data esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un cinquantaseienne beneventano, raggiunto da gravi indizi di reato per i reati di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.
Da tempo l’uomo ingiuriava e malmenava la moglie, cagionandole lesioni che la donna non aveva il coraggio di denunciare, costringendola, in alcuni casi, a dormire sul balcone di casa.
Durante un recente episodio di violenza, l’indagato aveva tentato persino di strangolare la moglie, salvata solo dall’intervento provvidenziale del figlio e successivamente di un pattuglia della Squadra Volante.
Dopo l’allontanamento della vittima dall’abitazione, l’uomo aveva iniziato a vessarla con continue telefonate, cagionando in lei una tale esasperazione da indurla a tentare il suicidio.
Ieri l’epilogo della vicenda, quando l’indagato è stato rintracciato e condotto presso la Casa Circondariale di Benevento, in esecuzione della misura cautelare, dagli agenti della Squadra Mobile, che, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Benevento, hanno condotto le indagini. in esecuzione della misura cautelare.   
Benevento 22 maggio 2019
“Divieto di dimora” nel Comune di Campolattaro per un marocchino
I CC Stazione di Pontelandolfo hanno proceduto a dare esecuzione all’ordinanza del “divieto di dimora” nel Comune di Campolattaro, emessa dal GIP presso il Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica, a conclusione di indagini svolte nei confronti di un cittadino di origini marocchine, di anni 42.
Gli accertamenti investigativi espletati dal personale della Stazione dei CC. di Pontelandolfo,  in coordinamento con la Procura della Repubblica, consentivano di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti del soggetto, che risultava aver sottoposto a continui maltrattamenti il proprio nucleo familiare composto da moglie convivente e figli minori, consistenti in aggressioni, minacce, insulti, e controllo ossessivo degli spostamenti; inoltre, al culmine dei litigi, il soggetto aveva altresì cagionato alla moglie convivente lesioni personali colpendola con calci e pugni ed aveva altresì colpito il figlio minore con un martello ed una forbice.
Maltrattamenti reiterati nel tempo, già a partire dall’anno 2015, allorchè la donna si era rivolta al servizio sociale del Comune di Campolattaro per denunciare i fatti, salvo poi, una volta avviate le indagini, sminuire le responsabilità del coniuge e ritirare le accuse.
Benevento, 22.05.2019

AIROLA-MOIANO-FORCHIA (BN) CARABINIERI ESEGUONO MISURA CAUTELARE PERSONALE A CARICO DI DUE PREGIUDICATI PER I FURTI CONSUMATI ALL’INTERNO DI ISTITUTI SCOLASTICI E CASE COMUNALI.
I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN) ed in particolare i militari della Stazione CC di Airola (BN), in merito all’attività investigativa posta in essere a carico della banda di malviventi che il 23 e 27 novembre dell’anno scorso in Airola (BN) e Moiano (BN) si erano resi responsabili di due furti all’interno degli istituti scolastici “Vanvitelli” e “De Sanctis”, hanno dato esecuzione, in Somma Vesuviana (NA), alla misura cautelare personale del divieto di dimora in Campania emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Nocera Inferiore (SA) a carico di due pregiudicati di Somma Vesuviana (NA), rispettivamente di anni 23 e 38, che dovranno rispondere del reati di furto aggravato in concorso e danneggiamento.
Il provvedimento, che scaturisce dall’indagine della Stazione CC di Airola (BN), riconosce i due indagati quali autori dei seguenti reati con la recidiva specifica, reiterata ed infra-quinquennale:
furto aggravato in concorso:
il 20 novembre 2018 furto di n. 34 personal computer all’interno dell’edificio scolastico di Castel San Giorgio (SA) per un valore di euro 17.000,00;
il 20 novembre 2018 furto di euro 70,00 all’interno della Casa Comunale di Bellona (CE);
il 21 novembre 2018 furto di n. 14 personal computer all’interno dell’edificio scolastico di Formicola (CE) per un valore di euro 5.589,92;
il 21 novembre 2018 furto di euro 350,00 all’interno di un centro analisi di Formicola (CE);
il 21 novembre 2018 furto di euro 25,00 all’interno della Casa Comunale di Liberi (CE);
il 21 novembre 2018 furto di n. 10 personal computer all’interno dell’edificio scolastico di Sant’Angelo in Formis (CE) per un valore di euro 5.000,00;
il 22 novembre 2018 furto di euro 300,00 all’interno della Casa Comunale di Conca della Campania (CE);
il 22 novembre 2018 furto di n. 24 personal computer all’interno dell’edificio scolastico di Conca della Campania (CE) per un valore di euro 6.000,00;
il 23 novembre 2018 furto di n. 18 personal computer, n. 2 monitor, n. 22 tablet e di euro 600,00 all’interno dell’edificio scolastico di Airola (BN) per un valore di euro 8.603,00;
il 27 novembre 2018 furto di n. 21 personal computer portatili all’interno dell’edificio scolastico di Moiano (BN) per un valore di euro 10.000,00.
danneggiamento:
il 23 novembre 2018 danneggiamento della porta d’ingresso della Casa Comunale di Forchia (BN);
il 23 novembre 2018 danneggiamento della porta d’ingresso dell’istituto scolastico di Forchia (BN).
Montesarchio (BN), lì 22 maggio 2019.


Custodia cautelare  per un cinquantaduenne di Benevento
La Squadra Mobile della Questura di Benevento ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un cinquantaduenne beneventano con precedenti penali, ritenuto responsabile dei reati di estorsione continuata e falsità materiale commessa da privato.
Nei mesi scorsi, l’uomo, spacciandosi per appartenente alle Forze dell’Ordine, aveva avvicinato e fotografato diversi clienti di donne dedite al meretricio nella zona della stazione Ferroviaria di Benevento, facendosi poi consegnare somme di denaro, sotto la minaccia di divulgare le loro immagini, facendole anche arrivare ai rispettivi familiari.
In uno degli episodi a lui contestati, l’indagato, per rendere maggiormente credibile il suo status di appartenente alla Polizia di Stato, aveva redatto un falso verbale recante l’intestazione della Questura di Benevento, con indicazione dell’esoso ammontare che l’ignara vittima avrebbe dovuto pagare in alternativa all’elargizione diretta della somma da lui richiesta.
Gli uomini della Squadra Mobile di Benevento, su delega della Procura della Repubblica, attraverso un laborioso lavoro di analisi dei dati dello smartphone a lui sequestrato nel corso di un precedente arresto in flagranza, avevano identificato diversi clienti ricattati dell’uomo, che hanno poi confermato, in sede di escussione, le minacce estorsive di cui erano stati vittime.  
Benevento 21 maggio 2019

Bilancio in Questura dei progetti scolastici di educazione alla legalità anno 2018/19
Oggi, presso la sala riunioni della Questura di Benevento, si è tenuto un incontro per tracciare il bilancio finale dei progetti di educazione alla legalità, realizzati negli istituti di istruzione in collaborazione con M.I.U.R., U.N.I.C.E.F., A.S.L. e A.R.P.A.C, nell’anno scolastico 2018/19. Il Questore di Benevento Luigi Bonagura, nel corso della riunione, ha ribadito l’attenzione della Polizia di Stato verso la comunità scolastica, che rappresenta da sempre un prezioso presidio di formazione e cultura, di socializzazione nonché di valorizzazione e difesa della legalità.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi su vari temi, dando loro strumenti di conoscenza per riuscire, in primis, a difendersi da odiosi comportamenti altrui e dalle negative conseguenze dell'uso degli stupefacenti.
La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella prevenzione e nel contrasto dei reati, è sempre più fiduciosa che solo attraverso una diffusa sensibilizzazione dei giovani è possibile incidere  su temi come l'antiviolenza, il bullismo, l'uso di sostanze stupefacenti e altri fenomeni di cui oggi sente parlare. È necessario che i concetti di giustizia e legalità trovino sempre maggiori spazi di approfondimento e riflessione a partire dalle scuole.
L’iniziativa ha visto la partecipazione di nr. 44 istituti per il progetto sul bullismo, nr. 15 istituti per la tematica sugli stupefacenti e l’adesione di n. 10 istituti al progetto/concorso Nazionale “Pretendiamo…Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”.
Al termine dell’incontro ha avuto luogo la premiazione delle scuole che hanno superato la fase provinciale del concorso:  
le classi IV A e IV B della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “E. De Filippo” di Morcone (BN) per la categoria opere letterarie, arti figurative e tecniche varie;
le classi III A e III B della Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo n. 2 Sant’Agata de’ Goti, plesso di Durazzano (BN) per la categoria grafic novel e cine tv .
Benevento, 21 maggio 2019

ORDINE DEI GIORNALISTI DELLA CAMPANIA - ASSOCIAZIONE STAMPA SANNITA -UNIVERSITA’ GIUSTINO FORTUNATO
“Stampa e Processo Penale”: è questo il tema scelto per il corso di formazione professionale dei giornalisti che si terrà a Benevento
Aula Magna dell’Università “Giustino Fortunato”, in viale Raffaele Delcogliano, n° 1, dalle ore 09.30 alle ore 14.30.
Il corso rientra nell’ambito della formazione continua dei giornalisti curata dall’Ordine dei Giornalisti della Campania ed è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione Stampa Sannita e l’Unifortunato.
Interverranno:  il Magnifico Rettore Angelo Scala e la docente di procedura Penale Katia La Regina dell’Università del Sannio Giustino Fortunato, i quali relazioneranno sul processo Penale insieme al giornalista Ottavio Lucarelli, presidente Odg Campania; modererà i lavori il giornalista Alfredo Salzano.
Benevento, 21 Maggio 2019

TORRECUSO (BN): SEQUESTRO OPIFICIO PER PRESENZA RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI.
«Sei di Montesarchio se...» hai la guida del tuo paese! 54 pagine interamente a colori in vendita nelle edicole di Montesarchio  
Torna ai contenuti | Torna al menu