ILTABURNO

Vai ai contenuti

Menu principale:

BONEA(BN):  DENUNCIATE 3 PERSONE CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI CHE HANNO RINVENUTO UNA PISTOLA, UNA BOMBA CARTA E COCAINA.
Nell’ambito dell’attività info-investigativa svolta in particolare, nella Valle Caudina,  i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio, hanno effettuato alcuni controlli e perquisizioni. Nel corso dell’attività in un Bar di Tocco Caudio,  in una busta di plastica nascosta in un frigo in disuso, all’interno del locale adibito a deposito, annesso al citato Bar, hanno rinvenuto il seguente materiale:
una pistola semiautomatica cal. 7,65, marca Beretta con matricola abrasa e relativo caricatore con cartucce;
un ordigno esplosivo del tipo bomba carta;
alcune cartucce di diverso calibro;
3 artifizi del tipo fumogeno ed uno pirotecnico;
7 grammi di cocaina all’interno di un involucro di cellophane ed un bilancino di precisione;
un contenitore in metallo di liquido infiammabile;
   Tutto il suddetto materiale, dopo essere opportunamente repertato, è stato posto sotto sequestro a disposizione della Procura della Repubblica di Benevento.
    Pertanto, sono state denunciate 3 persone, tutte di Tocco Caudio, due fratelli di 52 anni e 47 anni e la moglie 44enne di uno di loro, ritenute responsabili a vario titolo del reato di detenzione illegale di arma da sparo clandestina, materiale esplodente, ricettazione e detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio.  
     
 Sono in corso gli approfondimenti del caso che possono essere suscettibili di ulteriori sviluppi.
Montesarchio 18 luglio 2018
Nella mattinata odierna è stata eseguita da personale della Squadra Mobile di Benevento  ordinanza di applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla P.G., emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento bene nei confronti di quattro persone gravemente indiziate di concorso in truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e di minaccia per costringere taluno a commettere un reato.
L’ordinanza è scaturita dagli approfondimenti investigativi disposti a seguito delle dichiarazioni rese da un mediatore culturale, collaboratore presso un centro di accoglienza per migranti sito in Morcone (BN), il quale veniva ripetutamente costretto ad attestare falsamente, dietro minaccia del licenziamento, la presenza di un numero di stranieri non corrispondente a quello effettivo, al fine di conseguire indebitamente la cifra  prevista per ciascun migrante, calcolata per ogni ospite sulle “effettive presenze giornaliere”, nonostante per i periodi di riferimento le presenza effettive fossero inferiori a quelle falsamente attestate.
 Il denunciante, dopo essere stato costretto per diversi mesi a sottoscrivere falsamente i fogli di firma da depositare all’Ufficio Territoriale del Governo di Benevento, denunciava il sistema truffaldino posto in essere dai gestori della struttura, riscontrandosi, a seguito di un controllo a sorpresa presso il centro da parte di personale della Squadra Mobile, l’assenza di numerosi migranti, che avevano apparentemente apposto la loro firma sui fogli di presenza inviati in Prefettura.
L’ attività d’indagine, coordinata da questa Procura, proseguiva mediante l’esame della documentazione sequestrata, nonché attraverso l’analisi dei tabulati telefonici delle utenze in uso ai migranti, così da trovare pieno riscontro le dichiarazioni del lavoratore, disegnando un solido quadro indiziario a carico dei quattro indagati, posto base delle ordinanze applicative delle misure cautelari da parte dell’ufficio GIP.
Benevento, 17 luglio 2018


BENEVENTO: LITE TRA DUE GIOVANI IN CENTRO ACCOLTELLATO UN 27ENNE  
DOPO POCHE ORE I CARABINIERI HANNO SCOPERTO E DENUNCIATO L’AUTORE, UN 24ENNE BENEVENTANO.
A Benevento, a seguito del ferimento di un giovane ventisettenne, avvenuto verso la mezzanotte  scorsa nel centro, nei pressi di via Perasso, sono scattate le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di questo capoluogo che, unitamente a quelli della Stazione di Paduli, al termine dei primi riscontri investigativi, hanno permesso di denunciare in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per lesioni aggravate, porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere un 24enne di Benevento, ritenuto responsabile del ferimento di un 27 enne, presumibilmente per motivi sentimentali. Infatti, sembra verosimile che i due abbiano ingaggiato una lite legata alla frequentazione di una ragazza, per cui, ad un certo punto della discussione, il feritore ha estratto un coltello ed ha inferto un colpo all’addome del coetaneo. La vittima, dopo un tempestivo intervento chirurgico, si trova ricoverato non in pericolo di vita  presso l’ospedale “G. Rummo” di Benevento.
   Sono in corso le indagini dei Carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio.
Benevento 15 luglio 2018
CUSANO MUTRI (BN) SMALTIMENTO ILLECITO RIFIUTI SPECIALI
I CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DENUNCIANO I TITOLARI DI UN’IMPRESA. SEQUESTRATI MILLE METRI CUBI DI MATERIALE EDILE DI RISULTA.
A Cusano Mutri (BN) quest’oggi, i Carabinieri del Nucleo Investigativo unitamente a quelli del Nucleo di Polizia Ambientale e Forestale di Benevento nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto degli illeciti in materia ambientale, in particolare quello dello smaltimento dei rifiuti speciali, hanno deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica di Benevento i coniugi titolari di una impresa edile di quel centro perché ritenuti responsabili del reato di “Attività di gestione di rifiuti non autorizzata e inquinamento ambientale”.
    Nel corso degli accertamenti i militari hanno rinvenuto su un autocarro della stessa ditta alcuni metri cubi di materiale di risulta, proveniente da attività di demolizione, privo del relativo formulario di identificazione. Inoltre, all’interno di un’altra area, appartenente alla stessa impresa, in contrada Caiazzano di quel centro, sono stati trovati circa mille metri cubi di materiale analogo, privo della medesima  documentazione di provenienza. Tale sito ricade all’interno dell’area del Parco Regionale del Matese sottoposto a vincolo paesaggistico. Pertanto le due aree, compreso l’autocarro, sono stati posti sotto sequestro.    
Benevento 13 luglio 2018

Il borgo e le bellezze di Montesarchio
Saranno al centro dell'evento che si terrà domenica 15 luglio organizzato dal Comune di Montesarchio. L'evento "Medioevo al Borgo" infatti prevede diversi momenti caratteristici, dalla scherma storica in piazza Umberto I alla mostra didattica su armi e armature medioevali al trekking urbano nel centro storico alla dimostrazione di volo di falconeria nella zona della torre. Si partirà da Piazza Umberto I alle 10 e 30 e si proseguirà per tutta la giornata nel borgo di Montesarchio. "Un evento - spiega l'assessore alla Cultura Morena Cecere - che rimarca l'intenzione di proseguire nella valorizzazione dell'enorme patrimonio del centro storico di Montesarchio.
La nostra amministrazione crede fermamente nelle potenzialità del borgo e questo evento sottolinea l’impegno nella rivalutazione della storia della nostra comunità, al fine di stimolare e di accrescere l’interesse e la partecipazione, non solo dei cittadini, ma anche dei turisti".
Montesarchio 13 luglio 2018


Controlli dei carabinieri Forestali sequestri e controlli
Il Gruppo Carabinieri Forestale di Benevento avvalendosi dei Reparti dipendenti N.I.P.A.A.F. e Stazioni ha svolto mirate attività nel settore agroalimentare, focalizzando l’attenzione sulle  attività agrituristiche ed ortofrutticole della provincia.
I principali controlli hanno riguardato la verifica della tracciabilità e l’etichettatura dei prodotti alimentari posti in vendita, con una peculiare analisi della commercializzazione e della distribuzione.
Le verifiche condotte presso le attività ortofrutticole hanno fatto emergere numerose carenze in fatto di etichettatura: infatti, i prodotti erano  posti nella disponibilità dei consumatori  privi delle indicazioni basilari e sostanziali ( origine, calibro, cat., ecc.) previste dalle norme vigenti; inoltre, quelli  destinati alla distribuzione  presso le attività agrituristiche sono risultati privi di tracciabilità  (salumi, insaccati, uova, vino ecc.).
Altresì, unitamente ai medici veterinari ASL, nel comune di Solopaca è stato ispezionato un punto vendita ove si riscontrava la presenza di circa Kg. 100 di merce in cattivo stato di conservazione non tracciabile  e riportante in etichetta una data di scadenza superata da tempo.
Quindi, sono state sottoposte a sequestro penale ed amministrativo circa due quintali di merce e sono state contestate  sanzioni per un importo di circa 17.000,00 euro, con il deferimento all’Autorità Giudiziaria  di una persona che deteneva per la vendita prodotti  in cattivo stato di conservazione.
I controlli effettuati a tutela della salute dei consumatori indirettamente garantiscono gli operatori onesti del settore.
Benevento 13 luglio 2018
Nella mattinata odierna è stata data esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Benevento, sulla base di una condanna irrogata dal Tribunale di Benevento a sette anni e sei mesi di reclusione per reati in materia di stupefacenti, nei confronti di un cinquantanovenne originario di Pietrelcina. L’uomo, da oltre sei anni, si era reso irreperibile approfittando della concessione di una misura alternativa alle detenzione.
Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento ed effettuate dalla Squadra Mobile di Benevento in collaborazione con la Sezione di Polizia Giudiziaria dei Carabinieri di questa Procura e il Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia, avevano permesso di localizzare il latitante in Lituania.
Nei giorni scorsi gli operatori della Squadra Mobile, al termine di complesse attività tecniche eseguite con il supporto del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, ne avevano rilevato la presenza in Italia.
Questa mattina l’epilogo della vicenda, allorché l’uomo è stato rintracciato e catturato sul lungomare di Rimini.
Nell’albergo dove alloggiava sotto falso nome sono stati trovati tre documenti falsi di cui due validi per l’espatrio e quattro telefoni cellulari. Dovrà quindi rispondere anche del reato di possesso di documenti falsificati validi per l’espatrio ed al termine del processo per direttissima nella città romagnola, sarà trasferito presso la casa circondariale di quel Capoluogo.  
Benevento 10 luglio 2018                        
L'eclissi lunare del 27 luglio e Marte vicino alla Terra
Quasi due ore di eclissi lunare, la più lunga del secolo. Così gli astronomi di vari istituti hanno ribattezzato l'imminente fenomeno cosmico, che nella notte tra 27 e 28 luglio oscurerà la Luna. Ma in quei giorni sarà anche visibile Marte a occhio nudo.
LUNA E MARTE PROTAGONISTI
L'eclissi lunare si verifica quando Sole, Terra e Luna sono perfettamente allineate e l'ombra della Terra oscura del tutto o parzialmente la Luna. Accadrà a luglio, mese che si preannuncia piuttosto interessante per gli appassionati di astronomia: oltre
all'eclissi lunare più lunga fra quelle previste nel ventunesimo secolo,
il 31 luglio Marte passerà nel punto più vicino a noi dal 2003, a 'soli' 57,6 milioni di chilometri dalla Terra, e sarà chiaramente visibile a occhio nudo.
COME VEDERE L'ECLISSI
Ci si aspetta che il fenomeno duri per 1 ora e 43 minuti, con il corollario dell'eclissi parziale (che si verifica prima e dopo la fase di eclissi totale) che porta la durata complessiva a 3 ore e 55 minuti.
Il motivo della lunga eclissi è dovuto al fatto che la Luna
passerà nella regione più oscura dell'ombra della Terra
(scientificamente definita 'umbra'), che oltretutto conferirà un colore rossastro al nostro satellite principale (da qui il nome di 'luna di sangue' o anche 'luna rossa').
Il tutto capiterà durante l'apogeo, il momento in cui la Luna raggiunge il punto di massima distanza dalla Terra nella sua orbita mensile. Essendo così lontana, impiegherà più tempo ad attraversare l'ombra terrestre.
Ecco le varie fasi dell'eclissi, indicazioni utili per intercettare il fenomeno dall'Italia:
ore 19:14: inizia l'eclissi di penombra
ore 20.24: inizia l'eclissi parziale
ore 21:30: inizia l'eclissi totale, la luna diventa rossa
ore 22:21: momento di massima eclissi
ore 23:13: fine dell'eclissi totale
ore 00:19: fine dell'eclissi parziale
ore 01:28: fine dell'eclissi di penombra
Gli abitanti dell'emisfero orientale (Europa, Africa, Asia, Australia e Nuova Zelanda), nel quale rientra anche l'Italia, potranno compiere uno storico en plein:
il 28 e 29 luglio potranno vedere sia Marte che la Luna di sangue.
A fine luglio fenomeni astronomici da non perdere, con la Luna rossa e il Pianeta rosso protagonisti
Roma 02 luglio 2018
«Sei di Montesarchio se...» hai la guida del tuo paese! 54 pagine interamente a colori in vendita nelle edicole di Montesarchio  
Il sito è aggiornato giornaliermente

Torna ai contenuti | Torna al menu