ILTABURNO

Vai ai contenuti

Menu principale:

RINFORZATI I SERVIZI DI CONTROLLO STRAORDINARIO DEL TERRITORIO DEI CARABINIERI DA NAPOLI UNITA DI RINFORZO ALL’ARMA DI BENEVENTO
Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento ha predisposto per l’inizio della settimana prossima un piano straordinario per il controllo del territorio che prevede oltre ai servizi di pattuglia dei reparti territoriali della provincia anche l’impiego di unità di rinforzo dei militari della Compagnia di Intervento Operativo (C.I.O.) del 10° Reggimento CC “Campania”. In tale periodo, il territorio provinciale di Benevento sarà oggetto di mirati servizi di controllo straordinario svolti dall’Arma dei Carabinieri finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati. In particolare, tale attività riguarderà le aree ritenute più a rischio della provincia, il rione Libertà del capoluogo ed alcune aree della Valle Telesina, soprattutto Frasso Telesino ed Amorosi centri che, ultimamente, hanno registrato il maggior numero di episodi di criminalità predatoria.
COMPAGNIA INTERVENTO OPERATIVO
Le C.I.O. intervengono ogniqualvolta vi è una escalation di particolari reati, specie quelli di natura predatoria, tale da richiedere un’attività di controllo più intensa e visibile. Sono presenti all’interno nei Reggimenti e Battaglioni dei Carabinieri di Milano, Venezia, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Palermo, le C.I.O. sono in grado di raggiungere qualsiasi località ed essere operativi entro l’arco di 48 ore rafforzando l’azione di controllo del territorio dei Comandi stanziali presenti. Si tratta di una risorsa strategica, specializzata nei pattugliamenti, posti di blocco rastrellamenti ed assicura supporto agli organi investigativi nel corso di maxi-operazioni contro la criminalità. Tali reparti contribuiscono ad alimentare la “Forza di pronto impiego” del Ministero dell’Interno per lo svolgimento di operazioni straordinarie di contrasto alla criminalità diffusa, infiltrazione terroristica e dell’immigrazione clandestina.
Roma 18 agosto 2018
BENEVENTO: DETENUTO IN PERMESSO PREMIO VIOLA LE PRESCRIZIONI. ARRESTATO DAI CARABINIERI.
A Benevento, nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Benevento hanno sorpreso C.G., un pregiudicato 39enne di Montesarchio (BN), in quanto è stato controllato e fermato mentre era in giro per una via del rione Ferrovia di questo centro. L’uomo, infatti, detenuto presso la Casa Circondariale di Benevento, era in permesso premio presso la locale sede della Caritas Diocesana di via San Pasquale.  Pertanto, atteso che lo stesso aveva violato le prescrizioni impostegli dal Magistrato di Sorveglianza che gli prescriveva di non allontanarsi dai locali della Caritas, ove era in permesso per una durata di 5 giorni, è stato dichiarato in arresto, in quanto ritenuto responsabile del reato di evasione.
L’arrestato, come disposto dal Sostituto Procuratore di turno, è stato trasferito presso la locale Casa Circondariale a disposizione della stessa Autorità Giudiziaria.
Benevento 18 agosto 2018
DETENUTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI DI APICE (BN) SI AGGIRAVA NEL CENTRO DI SAN NICOLA MANFREDI (BN). ARRESTATO DAI CARABINIERI.
La scorsa notte, nei pressi della contrada Palati di San Nicola Manfredi (BN) i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Benevento hanno sorpreso D.P.G., un pregiudicato 41enne di Apice (BN), alla guida della propria autovettura una Lancia Y. Lo stesso, dai controlli effettuati è stato accertato essere detenuto agli arresti domiciliari nel comune apicese per reati contro il patrimonio, e, pertanto, è stato dichiarato in arresto in quanto ritenuto responsabile del reato di evasione. L’arrestato, come disposto dal Sostituto Procuratore di turno, è stato trasferito presso la locale Casa Circondariale a disposizione della stessa Autorità Giudiziaria.
Benevento 17 agosto 2018
L’affresco di un Priapo, come quello della nota casa dei Vettii, emerge dagli scavi della Regio V foto
La figura di Priapo, a Pompei ben conosciuto per la raffigurazione che campeggia all’ingresso della casa dei Vettii, oggi appare per la seconda volta in questa domus poco distante. Dio della mitologia greca e romana, era secondo buona parte delle fonti, figlio di Afrodite e di Dionisio. (Leggende minori lo vogliono invece figlio di Afrodite e di Ermes o Ares, o Adone o Zeus). Era, gelosa del rapporto adulterino di Zeus con Afrodite, si vendicò con Priapo e gli diede un aspetto grottesco, con enormi organi genitali.
                                                    
Il fallo, così spesso raffigurato in affreschi e mosaici dell’epoca, era ritenuto origine della vita, e per gli antichi romani un simbolo apotropaico, utilizzato contro il malocchio o per auspicare fertilità, benessere, buon commercio e ricchezza.
                                                    
Non è un caso, difatti, che poco oltre un altro fallo in tufo grigio dipinto è emerso, lungo la strada, su una parete del vicolo dei balconi.
Pompei 17 agosto 2018
BENEVENTO. A FERRAGOSTO IL PREFETTO DI BENEVENTO CAPPETTA VISITA LA CENTRALE OPERATIVA DEL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI.
Questa mattina, in occasione della festività del Ferragosto, il Prefetto di Benevento, dott. Francesco Antonio Cappetta, si è recato presso il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, per incontrare i militari impegnati ad assicurare la tutella del Sannio nel Sannio nel ferragosto.
    Nella caserma di via Meomartini, il Prefetto è stato accolto dal Comandante Provinciale, Colonnello Alessandro Puel e, dopo aver salutato il personale in servizio con il Comandante di Compagnia e quello di Stazione all’interno della struttura militare, il dott. Cappetta ha visitato la Centrale Operativa, intrattenendosi con gli operatori del “112”. Al Capo di Governo nel territorio è stato illustrato brevemente la funzione di quel reparto, vero e proprio centro motore e strumento fondamentale per lo sviluppo di tutta l’attività istituzionale dell’Arma nella provincia.
    Il dott. Cappetta ha espresso il proprio apprezzamento per l’attività istituzionale e l’abnegazione  del personale dell’Arma per il servizio a favore dei cittadini e delle Istituzioni, per la tutela della legalità e la serena convivenza della comunità anche in questo giorno festivo particolare.
    II Colonnello Puel, a sua volta, non ha mancato di ringraziare il Prefetto per la sensibilità dimostrata con la Sua presenza “accanto ai Carabinieri” nel giorno di Ferragosto, nel quadro della costante e puntuale azione di indirizzo e di coordinamento di tutte le Forze di Polizia.  
Benevento 15 agosto 2018
VALLE TELESINA (BN):CONTROLLI E PERQUISIZIONI A TAPPETO DEI CARABINIERI CHE HANNO RINVENUTO UNA PISTOLA  FABBRICATA ARTIGIANALMENTE. ARRESTATA UNA PERSONA E SEQUESTRATO UN’ALLEVAMENTO DI 158 OVINI
Nell’ambito di specifica attività info-investigativa, svolta nei territori dei comuni ricadenti nel territorio della Valle Telesina ed alcuni centri limitrofi a quell’area, dove nel recente periodo si sono verificati alcuni gravi episodi delittuosi contro la persona e contro il patrimonio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Benevento, coadiuvati da quelli del Gruppo Forestale e con l’ausilio di personale del Nucleo Cinofili di Sarno (SA), hanno effettuato numerosi controlli e perquisizioni nei confronti di alcuni pastori e allevamenti di ovini, finalizzati sia al ritrovamento di armi, che al rispetto sulle normative che regolano l’attività del conferimento del latte per la successiva lavorazione e vendita.
    Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria sono state effettuate 18 perquisizioni domiciliari, e in una di queste, a Frasso Telesino (BN) i militari hanno rinvenuto, tra l’altro, ben occultato in alcuni nascondigli ricavati nel domicilio di un bracciante agricolo e nelle relative pertinenze, il seguente materiale:
una pistola fabbricata artigianalmente;
due canne prive di matricola e 2 calcioli per fucili;
alcune centinaia di cartucce di vario calibro sia per pistola che da caccia;
l’attrezzatura idonea per effettuare la manutenzione alle armi e quella occorrente per confezionare e caricare artigianalmente le cartucce;
una noccoliera in metallo;
  Il suddetto armamento, dopo essere opportunamente repertato, è stato posto sotto sequestro a disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, mentre il detentore delle armi e delle munizioni, I.L. 58enne di Frasso Telesino (BN), già noto ai militari per i suoi trascorsi penali, è stato arrestato in flagranza di reato perché ritenuto responsabile di alterazione e detenzione di armi clandestine, fabbricazione e commercio non autorizzato di armi e ricettazione. L’arrestato, al termine delle operazioni su disposizione del Sostituto Procuratore di Turno è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento.
   Inoltre, durante la suddetta attività ispettiva sono stati effettuati controlli finalizzati al rispetto delle norme sanitarie per garantire l’osservanza della profilassi per la brucellosi ovicaprina e per la tracciabilità dei prodotti della filiera alimentare dalla produzione del latte e suoi derivati ai fini della sicurezza alimentare, per cui i Carabinieri del Gruppo Forestale con personale dell’A.S.L.di Benevento hanno proceduto ad Airola (BN) al sequestro di un gregge ovocaprino di 158 capi, nei confronti di un pastore 30enne, originario di Rotondi (AV), in quanto privo di qualsiasi documentazione attestante la provenienza e la salubrità degli stessi animali.
Sono in corso gli approfondimenti del caso che possono essere suscettibili di ulteriori sviluppi, atteso che resta da far luce su la destinazione finale delle armi e del latte prodotto dal gregge sequestrato.
Telese 13 agosto 2018
SAN GIORGIO DEL SANNIO:  DUE ARRESTI PER TENTATO FURTO DI AUTOCARRO
I CARABINIERI DEL NUCLEO RADIOMOBILE DI BENEVENTO E DELLA STAZIONE CARABINERI DI SAN GIORGIO DEL SANNIO TRAGGONO IN ARRESTO DUE PERSONE PER TENTATO FURTO.
NEL CORSO DELLA DECORSA  NOTTE IN SAN GIORGIO DEL SANNIO, IN VIA PONTARIELLO, I CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI BENEVENTO, IN COLLABORAZIONE CON I MILITARI DELLA  LOCALE STAZIONE, HANNO TRATTO IN ARRESTO, IN FLAGRANZA DI REATO, LE SOTTONOTATE PERSONE, DI CUI UNA PLURIPREGIUDCATA E CON PRECEDENTI SPECIFICI:
C. G. VENTENNE RESIDENTE IN TORRECUSO, OPERAIO, INCENSURATO.
G.D. VENTIQUATTRENNE CITTADINO RUMENO, RESIDENTE IN TORRECUSO, OPERAIO,    
         PLURIPREGIUDICATO.
GLI STESSI VENIVANO SORPRESI DAI MILITARI OPERANTI   MENTRE TENTAVANO DI ASPORTARE UN AUTOCARRO MERCEDES “ACSOR” REGOLARMENTE PARCHEGGIATO DI PROPRIETÀ DELLA DITTA “COLETTA TRASPORTI” CON SEDE IN PONTE (BN).
I DUE GIOVANI TRATTI IN ARRESTO, DOPO L’ESPLETAMENTO DELLE FORMALITÀ DI RITO VENIVANO TRADOTTI PRESSO LE RISPETTIVE ABITAZIONI IN REGIME DI DETENZIONE DOMICILIARE.
Benevento 10 Agosto 2018
OPERAZIONE DEI CARABINIERI. MONTESARCHIO - TOCCO CAUDIO – APOLLOSA.
I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN), costantemente impegnati in quella capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno posto grande attenzione alla problematica, intensificando i controlli e garantendo la massima presenza di uomini sul territorio.
Nella mattinata odierna è stata eseguita una vasta operazione di p.g. tesa al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti e alla detenzione illecita di armi.
In particolare il servizio, svolto da 25 equipaggi automontati composti da n. 50 militari, ha interessato una zona compresa tra i comuni di Montesarchio (BN), Tocco Caudio (BN) e Apollosa (BN).
Nel dettaglio, al termine di tale attività, consistita nell’esecuzione di numerose perquisizioni domiciliari, personali e veicolari con l’ausilio di personale del Nucleo Cinofili CC di Sarno:
sono stati deferiti in stato di libertà n. 3 soggetti, rispettivamente di anni 38, 30 e 25 e tutti censurati, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con sequestro di gr. 20 di cocaina e gr. 5 suddivisa in hashish e marijuana;
è stata denunciata in s.l. una persona, di anni 44,  per furto di energia elettrica in quanto si accertava che aveva provveduto ad allacciare abusivamente l’impianto elettrico della propria abitazione al contatore dell’Enel. Nel medesimo contesto veniva altresì deferito in s.l. un 48enne per favoreggiamento poiché aveva provveduto, poco prima, a tranciare i fili della stessa abitazione mediante l’utilizzo di forbici, al fine di eludere il controllo dei militari operanti;
sono stati segnalati all’U.T.G. di Benevento n. 4 ragazzi della zona, rispettivamente di anni 25, 27, 19 e 18 poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti (hashish e crack per complessivi gr. 10), che detenevano per uso personale. La sostanza rinvenuta veniva sottoposta a sequestro amministrativo.
Montesarchio 9 agosto 2018
Confisca di beni per oltre un milione di euro
Nella mattinata odierna è stata eseguita da personale del Comando Provinciale della Guardia di Finanza decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, su richiesta di magistrati della Procura di Benevento, per un valore di Euro 1.045.508,48 relativo a depositi bancari, titoli finanziari, beni mobili ed immobili nella disponibilità del legale rappresentante di una società operante nel settore dei servizi di riscossione ruoli idrici e gestione tesoreria per conto del Comune di Crispano (NA) avente sede nella provincia sannita.
Il decreto di sequestro è scaturito dalle indagini, condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Benevento in ordine alle condotte appropriative poste in essere dal legale rappresentante della società, di anni 84, originario di Sant'Agata de Goti (BN), deferito per il reato di cui all'art. 314 c.p.
Gli accertamenti finanziari esperiti hanno permesso di acclarare che lo stesso, quale legale rappresentante della società concessionaria, incaricata dal Comune di Crispano (NA) alla riscossione di tributi comunali sottraeva nel tempo ingenti somme di denaro, in particolare:
• non provvedeva a riversare all'Ente comunale appaltante somme derivanti dal pagamento delle utenze idriche per Euro 420.992,35 (somme incassate dal III trimestre 2013 al III trimestre 2014);
• non rendeva disponibile nel conto di Tesoreria comunale la somma di Euro 624.516,13 creando a tal riguardo un cospicuo ammanco
Sono state sottoposte a sequestro quote societarie riconducibili all'indagato per 400mila euro circa e bloccati n. 50 rapporti bancari presso diversi Istituti di credito, e sono ancora in corso sistematiche operazioni di ricerca finalizzate all'individuazione di disponibilità bancarie e/o finanziarie che saranno sottoposte a sequestro, sino alla concorrenza del profitto del reato commesso.
Benevento 08 agosto 2018-  

«Sei di Montesarchio se...» hai la guida del tuo paese! 54 pagine interamente a colori in vendita nelle edicole di Montesarchio  
Il sito è aggiornato giornaliermente

Torna ai contenuti | Torna al menu