orto - ILTABURNO

Vai ai contenuti

Menu principale:

orto

    
Il Flavio Puteolano tra potere imperiale e fede
L’Associazione culturale locus iste Luoghi e Memoria in collaborazione con  Giovanni Postiglione, guida turistica abilitata e narratore, e l’esperto in storia greco-romana Enzo Di Paoli di Sedili Onlus, propone una visita a uno dei più straordinari complessi archeologici che l’antichità romana ci ha lasciato: l’anfiteatro Flavio puteolano! Fu costruito nella metà del I sec. d.C. su una grande piattaforma di malta e travertino alla confluenza di importanti strade che univano Neapoli a Puteoli alla grande Consolare Campana e alla Domitiana. Il grande anfiteatro maggiore era il vanto della ricchissima Puteoli, dopo il Colosseo e l’anfiteatro di Capua era la terza arena d’Italia per dimensioni e poteva vantare una capienza di ben 40 mila spettatori. Per almeno quattro secoli fu l’emblema del tumultuoso sviluppo economico e urbanistico dell’antica città flegrea che negli anni di maggior splendore arrivò a rivaleggiare con la stessa Roma per la magnificenza e l’imponenza dei suoi edifici. Vide le magnifiche sorti del martire Gennaro, poi seguì il destino di Puteoli e dopo secoli di splendore pian piano scivolò nell’oblio del tempo fino a diventare sul finire del V secolo un monticello che ospitava una calcara dove erano bruciati i marmi antichi e dove pascolavano le capre.
Appuntamento: Piazza del Mercato Vecchio, davanti al Bar Pasticceria Malibu Pozzuoli (Na).
Prenotazioni: 3472374210  oppure  locusisteinfo@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu